Nutrizione in Armonia nasce dal bisogno di unire la scienza della nutrizione con la vita di tutti i giorni, adattando l'alimentazione alle esigenze e ai gusti di ciascuno e alla realtà quotidiana.
Oggi c'è una maggiore consapevolezza di quanto una nutrizione sana sia fondamentale per la salute e il benessere. Tuttavia, spesso si segue la strada sbagliata: disinformazione, falsi miti, diete miracolose e prodotti inutili non sono mai stati così diffusi, e i condizionamenti del marketing non aiutano.
Per questo il mio metodo si basa su un approccio scientifico, su studi di comprovata efficacia e su di un continuo aggiornamento, dalle più recenti innovazioni ai più consolidati metodi tradizionali. Senza dimenticare l'importanza del supporto personale e dell'elemento emotivo, per avere una visione globale della persona, con tutte le particolarità che la contraddistinguono, i suoi problemi, le sue esigenze e la sua individualità.

Alessia Zaccarelli

Biologa Nutrizionista

Laureata in Biologia Molecolare presso l'Università di Padova, ho poi proseguito con la specialistica in Biologia Sanitaria, iscrivendomi quindi subito all'Albo dei Biologi. Dopo un primo lavoro in ambito nutrizionale come dipendente, ho deciso di iniziare l'esperienza della libera professione e di perfezionarmi con un Master internazionale di II livello in Nutrizione e Dietetica.
La mia tesi finale riguardava l'infiammazione sistemica correlata all'obesità e il modo in cui questo stato infiammatorio cronico influisce sullo sviluppo delle patologie associate e sul mantenimento stesso dello stato di sovrappeso.
Naturalmente, ad oggi non considero concluso il mio percorso: c'è sempre altro ancora da apprendere. Per questo continuo a curare le mie conoscenze con periodici corsi di aggiornamento.

l'approccio, abitudini alimentari e stili di vita

Ciò che considero davvero importante è l'acquisizione di corrette abitudini, alimentari e di vita. Perché la nutrizione è solo uno dei tasselli per una vita in salute, insieme al mantenersi attivi, dormire abbastanza, dedicare del tempo a se stessi, coltivare le proprie passioni... Credo nell'importanza di un atteggiamento "attivo" nei confronti dell'alimentazione. Ciò significa intendere la dieta non come un insieme di regole da seguire alla lettera, passivamente: con una dieta di questo tipo non si arriva lontano. E' necessario invece capire il perché di quello che si sta facendo. Bisogna cambiare il proprio modo di pensare la dieta. Non quindi una "dieta a termine", intesa come un periodo di restrizioni, ma come l'inizio di una nuova consapevolezza.