wtl-one

Per dimagrire non serve una dieta

C'è chi per dimagrire si mette “a dieta”.
Si affida a regimi alimentari rigidi, che prevedono rinunce, fame e digiuni e che sempre più spesso comportano l'esclusione di molti alimenti benefici per l'organismo, come i cereali, i legumi, l'olio d'oliva, o addirittura la frutta.

Tuttavia, una volta raggiunto il tanto agognato peso-forma, ci si accorge ben presto di quanto effimera sia stata questa vittoria: i chili, persi a fronte di tanti sacrifici, vengono rapidamente recuperati (spesso con gli interessi). Mesi di rinunce per ritrovarsi alla fine uguali a quando si aveva iniziato. E' frustrante. Viene voglia di mollare tutto e basta.

Purtroppo, è ormai dimostrato che le “diete”, intese come periodi di temporanee restrizioni e rinunce, non funzionano! Anzi, sono addirittura controproducenti: ad ogni tentativo, il nostro metabolismo si abbassa. Questo significa che diventa più facile reingrassare, dal momento che si brucia di meno, e significa inoltre che i successivi tentativi di perdere peso saranno ancora più duri.

Il problema di fondo, in questi casi, è che la persona non ha acquisito l'abitudine ad alimentarsi correttamente, perciò, non appena ricomincia a mangiare nel modo che per lei era “normale”, il peso ritorna quello di prima.
E' inevitabile: se mangiare in un certo modo ha portato ad ingrassare, ricominciare a mangiare allo stesso modo non potrà che dare gli stessi risultati. Per un semplice rapporto di causa-effetto.

Questo perchè ci si è limitati ad intervenire sulle conseguenze, senza rimuovere le cause del sovrappeso.
E quali sono queste cause? Fondamentalmente tre:
1. alimentazione squilibrata
2. sedentarietà
3. stile di vita: ansia, stress, carenza di sonno, insoddisfazione personale, ritmo di vita frenetico...

Il modo migliore per eliminare il sovrappeso consiste quindi nel seguire uno stile di vita sano: mangiare bene, essere attivi fisicamente, fare uno sport, concedersi il giusto numero di ore di sonno e avere una vita personale gratificante.
Non è una strada facile o rapida, ma è l'unica veramente salutare e soprattutto l'unica davvero definitiva, che permette di eliminare il sovrappeso una volta per tutte.

“Dieta” non va dunque intesa come una modifica temporanea “soffro per qualche mese, poi tutto sarà finito e mangerò di nuovo normalmente”, ma come un cambiamento permanente e definitivo del proprio stile di vita.
Solo così il risultato sarà duraturo.

In altre parole, il mangiare bene (N.B. NON il mangiare poco!) deve diventare la nuova “normalità”. E mangiare bene non vuol dire seguire alla lettera le linee guida alimentari, pesando ogni cosa sulla bilancia: vuol dire mangiare cibo sano, variando i sapori e nutrendosi con gusto, senza rinunciare a qualche sfizio ogni tanto. L'importante è avere il senso della misura: non ci sono quindi “cibi proibiti” in sè, solo quantità e frequenze giuste da rispettare.

Questo cambiamento va affrontato con determinazione, certo, ma anche con serenità: è qualcosa che si fa principalmente per la propria salute, fisica e psicologica, per accettarsi e sentirsi bene con se stessi.
Sempre ricordando che un corpo bello è prima di tutto un corpo sano.

Alessia Zaccarelli
Biologa Nutrizionista

Alessia Zaccarelli

Biologa Nutrizionista

Dieta significa buone abitudini

Commenti

Lascia un tuo commento